Virtualizzazione in kvm di macchine fisiche

Submitted by davide on Mon, 05/10/2020 - 10:26

Ho spostato una macchina virtuale kvm e virtualizzato un portatile che intendevo dismettere (non senza precludermi la possibilita` di riutilizzarlo per salvare, estrapolare, quel che avrei potuto dimenticarmi di copiare).

In entrambi i casi ho copiato in un file "tar" tutto il filesystem, poi ricopiato estraendolo nella sua destinazione, ricreando una macchina virtuale con le opportune caratteristiche  di memoria volatile (ram), fisica (hdd) e periferiche accesssorie.

Ho usato come supporto per le copie/spostamenti un disco usb.

Ho avviato un sistema operativo da un cdrom o chiavetta, mantenedo le macchine (virtuale e fisica) spenti, poi ho montato in due directory differenti i filesystem del disco di partenza e del disco usb di destinazione, infine ho copiato dal sorgente alla destinazione.

# disco fisso
mount /dev/sda1 /source

# disco usb
mount /dev/sdb1 /destination

# creazione file "tar"
tar -C /source -cf /destination/osroot.tar

Ho fatto la medesima cosa in destinazione, avviando la rispettiva macchina virtuale con un supporto cdrom/usb contenente un sistema operativo per decomprimere (copiare) i contenuti del file "tar", e ripristinando l'avvio del sistema tramite grub.

# disco fisso
mount /dev/sda1 /destination

# disco usb
mount /dev/sdb1 /source

# estrazione/copia file dal "tar"
tar -xvf /source/osroot.tar

Avvio/riavvio eventuale per ripristino del sistema di avvio:

# Installazione grub sul disco fisso
grub-install /dev/sda

# Aggiornamento della configurazione
update-grub